Logo



ṚGVEDA - RECENSIONI DEI LETTORI


Iniziamo qui una nuova "rubrica" dove raccoglieremo le mail più significative pervenuteci riguardanti il volume Ṛgveda.
Se volete farci pervenire le vostre impressioni di lettura, basta che ci Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Apriamo con questa prima mail che ci è pervenuta il 05/04/2016


Amici carissimi,
ho cominciato a guardare, a toccare, a "sentire" il Rig Veda nella traduzione di Tommaso... è uno di quei libri che farà parte integrante della vita e della sadhana del sottoscritto con una presenza costante e quotidiana...
Conoscevo già i Veda, soprattutto per la traduzione italiana del "Segreto dei Veda" di Sri Aurobindo, un testo fondamentale per la comprensione della storia e della cultura del continente Euroasiatico, ma questa opera va oltre: offre una possibilità per chi voglia veramente immergersi nelle vibrazioni veicolate dai versi di quegli antichi Saggi Poeti-Veggenti...
Con questo testo si dona a chi procede verso la crescita l'opportunità di conoscere il primo punto di riferimento dell'uomo, il primo fondamento di una vera crescita spirituale di una vera gnosi... ciò è possibile per la stretta connessione che la traduzione mantiene con la "rilettura" che Sri Aurobindo ha dato dei Veda: Egli ha realizzato in se stesso quelle medesime esperienze che i Rishi ottennero e tramandarono nella loro opera ... ed il traduttore ha saputo rispettare e mantenere l'aspirazione e l'attitudine di questo grande Rishi contemporaneo.
Mi sia consentito aggiungere che la scelta della traduzione in italiano è una scelta d'amore per una lingua che rischia di degradare e scomparire nel giro di pochi anni, perché uno degli scopi dell'Asura che domina oggi la politica del mondo, è quello di sradicare tutti i popoli e le comunità dai loro tradizionali luoghi e demolire le culture e le peculiarità in modo da ottenere una massa informe di consumatori omologati...
Vi trasmetto perciò quanto mi è possibile di gratitudine per il lavoro che avete svolto, ciascuno nel suo ruolo, e che ha prodotto questo dono che personalmente ritengo impareggiabile...
Pino Landi


Per passare a questa, arrivata il 26/05/2016


Vidi la pubblicità dell'opera Rgveda in rete e da subito rimasi entusiasta del capolavoro eseguito ed ho voluto subito acquistarlo. Una volta avuto nelle mani: il suo peso è cultura pura, la cura con il quale è stato rilegato rivela tutto l'amore che l'autore e la casa editrice hanno riposto nell'esecuzione e rifinitura dell'opera. Sfogliare, leggere, soppesare ogni sutra è coinvolgente ed arricchisce l'anima e lo spirito oltre che il proprio bagaglio culturale. Ho trovato utile studiare il testo insieme ai due volumi di Sri Aurobindo che già erano nella mia libreria. Leggere i Veda non è cosa semplice ed esige tempo, attenzione, saper destreggiarsi con allegorie, con termini desueti e collegamenti a figure mitologiche di quella porzione di mondo. Il volume è uno strumento di lavoro per chi come me studia ogni giorno i veda, le upanishad, i purana, l'ayurveda e l'induismo in tutti i suoi profili e costumi.
Che cosa aggiungerei all'opera? Nulla di quello che non c è.
Che cosa toglierei? Nulla di quello che c è.
Se come me ritenete la vostra libreria una collana di preziose gemme allora Rgveda è un'altra perla che non può mancare.
Grazie di cuore,
Giancarlo Galli


A quest'altra, del 27/05/2016


Caro Leonardo,
neanche per un attimo mi è sfuggito l'alto valore simbolico, per la nostra cultura indoeuropea e per tutti quanti, di tale evento, annunciato l'11 marzo 2016.
Appena ricevuto questo dono d'amore, ne ho sfogliato qualche pagina e sono stato istantaneamente proiettato nei reami della solarità, pur mantenendo i piedi saldamente per terra. È vero che non ha prezzo questa opera e gli 80 euro sono giusto una cifra simbolica.
Immergersi nelle vibrazioni del Rgveda tradotto nella propria lingua madre, può fare la differenza nel sintonizzarsi con le energie sopramentali che ora impregnano il piano fisico, in cerca di corpi ricettivi e, magari, contribuire ad accelerare l'imminente e definitiva "discesa dei Cieli sulla Terra" — un'occasione imperdibile, a mio avviso.
Grazie quindi a Tommaso e a tutti voi.
Alessandro Ascalone


E giungere alla seguente, del 28/05/2016


L'uscita del Rigveda, mi viene da dire, è un evento veramente storico. Tutti gli inni in un unico e bellissimo volume e soprattutto tradotti in metro poetico, il massimo che si possa avere. Il Rigveda è di inestimabile valore, non occorre fare nessun commento sul suo contenuto e adesso ognuno può immergercisi e vedere, sentire da sé. Quello che invece volevo dire è qualcosa sulla realizzazione di questo libro. Risalta subito all'occhio la cura, la precisione e la bellezza fisica del volume, solo tenendolo in mano o sfogliandolo trasmette già qualcosa, non so come dire, del valore del suo contenuto. Nella lettura un aspetto che mi ha colpito è come sono state concepite le note introduttive ad ogni inno, nel senso che mi sembrano veramente di una misura perfetta, è giusto quello che serve per entrare maggiormente in contatto con l'inno ma lasciando allo stesso tempo rilevanza alla magia dell'inno stesso, questo è stato fatto con vera maestria, non occorreva niente di più o di meno, inserire inoltre passaggi tratti dagli scritti di Sri Aurobindo rendono queste brevi note un vero tesoro. Sri Aurobindo ha scoperto il segreto dei Veda quindi avere in mano un volume di tale portata e sapere di poter leggere una traduzione fatta avendo una tale visione come sostegno, rende il libro unico e meraviglioso. Non so fino a che punto posso rendermi conto del lavoro immane che occorre per realizzare un libro del genere, ma posso sentire che questo libro è un dono fatto con amore e per questo dico un enorme GRAZIE.
Luca Graziani


Accompagnata da questa, del 26/03/2017


Il Rgveda è un capolavoro d'inestimabile valore che mi sta trasmettendo più di quanto avessi mai potuto immaginare: leggendolo sento che l'Universo, sia interiore che esteriore, mi parla. La traduzione di Tommaso Iorco è realmente sentita, nel senso che ad una reale e attenta conoscenza della lingua vi aggiunge la sua vastità spirituale, trasponendo su carta la propria esperienza vissuta così da onorare fedelmente chi, millenni addietro, fece della propria intera vita un sacrificio volto alla scoperta del Vero. Oltre all'impeccabile traduzione, vera Poesia in cui ogni parola brilla come oro, ogni inno è corredato da utilissimi commenti volti a chiarire quanto necessario per districare in parte il mantra vedico cogliendone il reale valore nella sua immensa vastità, che come lo stellato cielo notturno si staglia al di là d'ogni confine. I commenti sono poi spesso arricchiti dalle citazioni del sommo Sri Aurobindo, dalle sue immortali fulgide parole portatrici di Verità, creando una vera opera nell'opera, sfruttando ogni spazio disponibile per trasmettere infinita sapienza che si riversa come fiumi in piena nella propria mente. Un libro unico, inconcepibile finché non lo si ha tra le mani, dove il testo già di suo preziosissimo viene ulteriormente arricchito dal vastissimo lavoro di Tommaso Iorco. Chiara è la passione su cui s'erge un testo del genere. A maggior ragione, considerando l'Età attuale, il Rgveda diviene necessario per trascendere la vacua inerme esistenza a cui l'umanità si è assoggettata, ergendosi al di sopra dell'informe brulicante massa che annaspa nel fango dell'ignoranza e del decadimento, scorgendo l'Aurora emergere dalle tenebre e preannunciare il sorgere del Sole invitto sulle macerie di questo mondo morente, comprendendo il Tutto e il proprio ruolo in esso. Quello verso il Rgveda è stato un autentico richiamo e le esperienze che sto vivendo non fanno che confermarmi come questa lettura sia fondamentale nel mio cammino. I miei più sentiti complimenti a tutti coloro che hanno permesso la realizzazione di questo libro, grazie mille per il tesoro fornitoci.
Luca Costantino



La Calama editrice - Partita I.V.A. 02128050503 Cookie Policy - Condizioni di vendita - Contatti